Spreco “Interporto”, la cronistoria degli ultimi mesi: dal bando deserto alla nuova apertura ai privati

Da non perdere

Il nuovo Podcast

Sottosopra, il Podcast di Paesituoi.News – Puntata 02

Sottosopra è il Podcast di Paesituoi.News: i fatti, i retroscena, il sopra e il sotto dalla città di Francavilla Fontana: questa è la seconda puntata del 27 gennaio 2023.

“Una struttura che è costata più di 8 milioni di euro senza aver prodotto alcun beneficio per la collettività”: così il Sindaco Denuzzo rispetto al centro di carico intermodale nel comunicato stampa che questa mattina annunciava l’apertura di un’ulteriore fase di consultazioni con i privati interessati al riutilizzo della struttura in contrada Tiberio, che più di tutte a Francavilla Fontana è simbolo di spreco di denaro pubblico.

Ma ricostruiamo i fatti degli ultimi mesi.

Dopo anni di stallo, nel settembre 2021 l’Amministrazione comunale ha deliberato un bando per concedere in locazione il centro di carico intermodale.

Volendo approfittare dell’inserimento della città nella Zona Economica Speciale Zes Ionica e degli investimenti consentiti dal PNRR, il Comune provava così a consentire a investitori privati, interessati al riutilizzo della struttura, di pianificare strategie di valorizzazione e sbocchi economici per la creazione di nuovi posti di lavoro.

“Vogliamo che questo non sia più un posto inaccessibile, guardiamo al futuro con coraggio e con fiducia” sosteneva il Sindaco Antonello Denuzzo.

Fiducia che evidentemente non c’è stata da parte degli imprenditori della zona, dal momento che quel bando, scaduto il 30 novembre 2021, è andato deserto suscitando delusione nell’Amministrazione Comunale, in particolare nell’assessore all’Urbanistica Nicola Lonoce il 3 dicembre su Facebook: “Credo di essere stato il principale ispiratore del bando per la locazione del c.d. ‘centro di carico intermodale’, che centro di carico intermodale non è mai stato né mai avrebbe potuto diventare, e, pertanto, non posso nascondere la mia personale delusione per una soluzione che era sembrata a portata di mano e che, invece, non si è concretizzata”.

E sempre l’assessore Lonoce sul bando andato deserto: “Perché non me lo aspettavo? Perché nel corso di tre anni sono stati vari i soggetti che, a vario titolo, hanno chiesto di fare un sopralluogo in quella struttura, perché almeno un imprenditore aveva effettuato il sopralluogo obbligatorio ai fini della partecipazione alla procedura, perché la struttura è, sia pur con tutti i suoi limiti strutturali, perfetta per posizionarvi un centro logistico privato, in un’area baricentrica tra quattro provincie e due porti, perimetrata all’interno della ZES Ionica”.

Il 5 dicembre, in una lettera alla stampa, il Presidente di Rete Imprese Villa Franca Francesco Fullone dichiara: “È, innanzitutto, comprensibile e naturale che la mancata partecipazione di operatori interessati all’asta pubblica abbia generato profonda delusione nell’amministrazione guidata dal sindaco Denuzzo, come pure, presumo, in tutta la comunità francavillese”. Tuttavia Fullone portava a conoscenza che il 30 novembre 2021, ultimo giorno utile per la partecipazione al bando, “un’azienda aderente a Rete Imprese Villa Franca ha ufficialmente presentato al Comune di Francavilla Fontana una ‘manifestazione d’interesse’ a mezzo PEC”. Un interesse che, tuttavia, non si è trasformato in effettiva partecipazione al bando. Forse anche perché, continuava Fullone nel suo comunicato stampa, “non si può far a meno di tener conto dei limiti strutturali che, oltre al degrado, rendono tale struttura completamente inutilizzabile nello stato attuale. Il dialogo tra l’amministrazione pubblica ed il privato è, dunque, condizione indispensabile affinché si possano superare anche tali limiti. Oggi, più che mai, un imprenditore ha necessità di affrontare programmazioni attuative ben più complesse di quanto non lo siano già quelle economico-finanziarie e strategiche legate ad un nuovo investimento. […] Per questi motivi Rete Imprese Villa Franca chiede all’Amministrazione di prendere in seria considerazione la ‘manifestazione d’interesse’ presentata dall’operatore, in tempi brevi”. 

Una situazione che ha spinto il Comune di Francavilla Fontana a prendere atto dello scenario e a riaprire la discussione in merito all’Intermodale con altre modalità.

È di oggi, 23 febbraio 2022, la notizia della pubblicazione di un avviso esplorativo e una consultazione preliminare di mercato per individuare operatori interessati alla locazione del centro di carico intermodale. 

“In maniera ancor più chiara, – si legge nello stesso Avviso – l’obiettivo principale di questa consultazione preliminare di mercato risiede nella necessità di acquisire dai soggetti potenzialmente interessati all’intervento informazioni, indicazioni o suggerimenti su come garantire la sostenibilità economica e finanziaria dello stesso (centro di carico intermodale, Ndr), eventualmente anche apportando modifiche o integrazioni alle clausole principali che l’Amministrazione comunale intende inserire nel contratto locativo, ferma restando la destinazione d’uso impressa all’immobile. Per fare un esempio, se si dovesse ritenere non congruo il canone di locazione fissato dal Comune di Francavilla Fontana, è possibile indicare un diverso importo, corredandolo con l’asseverazione giurata di un professionista abilitato”.

Dunque un’apertura molto ampia da parte dell’Amministrazione Denuzzo verso i privati che vorranno valutare un investimento nell’immobile in contrada Tiberio: le proposte che arriveranno saranno valutate dagli uffici pubblici “così da darci la possibilità di tarare un nuovo bando per l’affidamento sulla base della effettiva conoscenza del settore di riferimento”, come dichiarato da Lonoce a norbaonline.it.

“Oggi ci rivolgiamo al mercato – spiega il Sindaco Antonello Denuzzo – per conoscere gli orientamenti dei privati per il rilancio di questo immobile che può avere un ruolo strategico nella ZES Jonica con delle ricadute importanti in termini occupazionali.”


Resta aggiornato sulle notizie locali cliccando “Mi piace” sulla pagina Facebook di PAESITUOI.NEWS https://www.facebook.com/paesituoinews

Invia le tue segnalazioni tramite MESSENGERWHATSAPPEMAIL

Invia i tuoi comunicati stampa all’email redazione@paesituoi.news

Ultimi Articoli