Lingua Nostra: LA STRANEZZA | A cura del Preside Enzo Garganese

Da non perdere

Il nuovo Podcast

Sottosopra, il Podcast di Paesituoi.News – Puntata 02

Sottosopra è il Podcast di Paesituoi.News: i fatti, i retroscena, il sopra e il sotto dalla città di Francavilla Fontana: questa è la seconda puntata del 27 gennaio 2023.

Qual era la stranezza? Iu àgghiu tittu, tu ha tittu, iddu è ddittu: perché nella terza persona del passato prossimo scompare l’ausiliare “avere” e compare “essere”?

Per anni non ho saputo dare spiegazione a questo fenomeno. Ne chiesi ragione a Gerhard Rohlfs, il quale gentilmente mi rispose rimandandomi ai paragrafi 729 -730 della sua Grammatica storica (vedi lettera allegata). In quei paragrafi, però, si parla d’altro; evidentemente non fui io abbastanza chiaro nel formulare il quesito.

Rivedendo la questione, oggi è stato lo stesso Rohlfs a farmi formulare una ipotesi risolutiva. Al paragrafo 674 della stessa opera si afferma la possibilità che il nostro trapassato prossimo iu era tittu sia la continuazione e la sopravvivenza dell’antico piuccheperfetto latino habueram.  Quell’“era” di era tittu, dunque, sarebbe ciò che resta di habueram, sicché “era” non è voce del verbo essere, ma del verbo avere.

Se così è per il trapassato prossimo, perché non può esserlo anche per il passato prossimo? Penso infatti che la “è” di è ddittu non derivi da un est (verbo essere), ma sia ciò che resta di un habet (verbo avere), attraverso un passaggio molto frequente habet > ave > ae > è. Così i conti mi tornano e la stranezza scompare.

Lingua Nostra è una rubrica a cura del Preside Enzo Garganese: leggi tutte le uscite.

Lettera di Rohlfs indirizzata al Preside Garganese

Iscriviti al canale Telegram di PAESITUOI.NEWS

Resta aggiornato sulle notizie locali cliccando “Mi piace” sulla pagina Facebook di PAESITUOI.NEWS https://www.facebook.com/paesituoinews

Invia le tue segnalazioni tramite MESSENGERWHATSAPPEMAIL

Invia i tuoi comunicati stampa all’email redazione@paesituoi.news

Ultimi Articoli